Per leggere l’Articolo completo Clicca Qui

UN DIALOGO TRA TRADIZIONE E FUTURO DEDICATO ALLE DONNE E ALLA SUA TERRA D’ORIGINE: LA SARDEGNA

UN DIALOGO TRA TRADIZIONE E FUTURO DEDICATO ALLE DONNE E ALLA SUA TERRA D’ORIGINE: LA SARDEGNA

UN DIALOGO TRA TRADIZIONE E FUTURO DEDICATO ALLE DONNE E ALLA SUA TERRA D’ORIGINE: LA SARDEGNA
Il marchio Made in Italy Federico Pilia presenta la nuova
collezione autunno inverno 2022/2023

 Nato nel 1988 e fondatore dell’omonimo brand, fin da giovanissimo Federico sogna di lavorare nella moda. Con il passare del tempo la sua passione per il settore cresce e dopo gli studi universitari si iscrive all’Istituto di moda Burgo di Milano, dove si specializza in Haute Couture.
Nel 2017 il suo talento gli consente di spiccare nelle passerelle parigine, dove vince il concorso per giovani stilisti “Prix Orje”. Successivamente il designer avvia la propria carriera collaborando con l’atelier Mario Dice, dove perfeziona e affina le proprie tecniche.
È durante il periodo di pandemia che lo stilista sente però l’esigenza di rinnovarsi e di fondare il proprio marchio.
Alla base del progetto vi è una forte attenzione al savoir-faire italiano. La sua missione infatti è quella di reinterpretare in chiave contemporanea le lavorazioni sartoriali e di ricamo che hanno determinato la storia del Made in Italy.
Un progetto innovativo che mira a realizzare creazioni ecosostenibili, investendo nella ricerca di tessuti naturali, che riducono le emissioni di Co2 e il minor impiego di acqua durante il processo di produzione.
Il focus dell’azienda non prende però in considerazione solo l’inquinamento, ma si concentra anche sulla sostenibilità etica, rivolgendo l’attenzione verso i piccoli artigiani dislocati in tutta Italia.
La nuova collezione rappresenta un ritorno alle origini per il designer, che celebra la Sardegna. Tessuti come il broccato e il velluto vengono mixati con uno stile semplice ma raffinato: si riscoprono capi dal gusto anni 50 con colletti importanti in pizzo macramè, camice con maniche voluminose e gonne da mille e una notte.
Continua altresì la sua passione per le camicie e la raffinatezza dei ricami. L’utilizzo dei bottoni sardi impreziosisce i capi.
Il Mamuthones, figura del folklore sardo ricoperto da pelliccia di pecora, si trasforma così in un Bomber morbido mentre gli abiti tradizionali della sua terra vengono stravolti e riscoperti in una miss serale, rendendoli versatili e unici.
L’ambientazione della collezione è un sontuoso salotto dall’arredamento in velluto e luci soffuse situato al Biffi American Bar. Un luogo segreto, ispirato al proibizionismo Americano.
Con questa collezione si vuole anche sottolineare che la moda non è fatta solo per modelle, ma questi capi sono duttili e possono essere indossati da tutti; ritorna forte la missione dello stilista: essere couturier di tutte le donne.
Lo stile di Federico ha incontrato la creatività di altri professionisti, come gli hairstylist di Opera 13, il make-up artist Marco Leonhart, il shoes designer Massimo Dogliani e il fotografo Giacomo Corona: nasce così una collaborazione di artisti che vogliono far conoscere la propria arte.

www.federicopilia.com/
@federicopilia


STOVE MAGAZINE AND COMMUNICATION SRLS
20159 MILANO, VIA TRAÙ 2
www.stovemagazine.com/
@stovecommunication